Visualizzazioni totali

mercoledì 12 giugno 2024

BARNABA L'UOMO DALL'OCCHIO LUNGO / San Barnaba, 11 giugno 2024.


Due anni fa ho scritto su Barnaba cose 
che penso ancora pienamente (La Gioia del Vangelo: L'IMPORTANZA DI BARNABA NELLA CHIESA PRIMITIVA E PER NOI / san Barnaba, 11 giugno. ): egli merita davvero il titolo che gli danno gli Atti degli Apostoli di “uomo virtuoso qual era e pieno di Spirito Santo e di fede” (Atti 11,24), oltre che generoso e distaccato dai beni materiali (Atti 4,36-37). Ma è anche un uomo che ha colto la novità della Buona Notizia e va all’essenziale. Questo favorisce in lui un buon discernimento sulle situazioni e sulle persone. “Vede” la grazia all’opera ad Antiochia e in Saulo-Paolo ancora acerbo, ritenendo gli aspetti positivi in una situazione non perfetta, forse complicata. È inoltre un uomo che sa incoraggiare (Atti 11,23). Tra Barnaba e Paolo, Paolo s’impone per la sua preparazione e la sua personalità, o piuttosto, per dirla più giustamente come lui, per “la grazia di Dio che è con me” (1 Corinzi 15, 10). Ma nel caso di Marco, Barnaba ha avuto lo sguardo più lungo di Paolo. Barnaba il facilitatore, l’osservatore profondo, il consigliere coraggioso (Atti 9,27), salva probabilmente la vocazione del suo giovane cugino Marco di cui conosce la radice: una famiglia profondamente credente che ha aderito a Gesù (Atti 12,12). E quindi, in qualche modo, è a lui che dobbiamo il Vangelo di Marco!

CON LA SOLA FORZA DELLA GRAZIA DI DIO, IN DIREZIONE CONTRARIA.


In un mondo che è un rincorsa ad apparire, a dimostrarsi superiori agli altri, Maria cammina decisamente, con la sola forza della grazia di Dio, in direzione contraria.

Papa Francesco.

martedì 11 giugno 2024

QUANDO UN BAMBINO INCONTRA GESÙ? / Una riflessione sulla Prima Comunione. 2024.


Qu
ando un bambino incontra Gesù? Sentivo spesso fino a qualche anno fa frasi del tipo: “Prima Comunione, mio primo incontro con Gesù!”. Certamente è il primo incontro con Gesù nel Sacramento dell’Eucaristia. Una tappa molto importante. 

Ma il primo incontro con Gesù avviene molto prima. È nel Battesimo, il quale genera la fede nel bambino. Viene portato dalla fede della famiglia, in particolare dei genitori e dei padrini che chiedono il battesimo per lui, e dalla fede della Chiesa tutta. 

lunedì 10 giugno 2024

D.I. 16 ALCUNE GRAVI VIOLAZIONI DELLA DIGNITÀ UMANA / Dignitas infinita, 33-34.

Mutilazioni femminili:
una grave violazione della dignità.

4. Alcune gravi violazioni della dignità umana

33. Alla luce delle riflessioni sin qui fatte circa la centralità della dignità umana, questa ultima sezione della Dichiarazione affronta alcune concrete e gravi violazioni della stessa. Lo fa nello spirito proprio del magistero della Chiesa, che ha trovato piena espressione nell’insegnamento degli ultimi Pontefici, come già ricordato. Papa Francesco, per esempio, da una parte, non si stanca di richiamare il rispetto della dignità umana: «ogni essere umano ha diritto a vivere con dignità e a svilupparsi integralmente, e nessun Paese può negare tale diritto fondamentale. Ognuno lo possiede, anche se è poco efficiente, anche se è nato o cresciuto con delle limitazioni; infatti, ciò non sminuisce la sua immensa dignità come persona umana, che non si fonda sulle circostanze bensì sul valore del suo essere. Quando questo principio elementare non è salvaguardato, non c’è futuro né per la fraternità né per la sopravvivenza dell’umanità».[52] Dall’altra parte, egli non cessa mai di indicare a tutti le concrete violazioni della dignità umana nel nostro tempo, chiamando ciascuno ad un sussulto di responsabilità e di impegno fattivo.

SE SATANA È FINITO PERCHÉ TANTO MALE NEL MONDO? / X Domenica del T.O., B, 2024


Col peccato 
Adamo ed Eva si consegnano liberamente a Satana che diventa il loro padrone e spingerà sempre di più l’umanità verso l'abisso: dalla vita disordinata all’omicidio. Ma il Creatore e Signore non abbandona, anzi promette che la testa di Satana sarà schiacciata un giorno dalla discendenza della donna. 

Questa discendenza è Gesù. Quindi con Gesù, Satana è finito. 

Come mai allora tutto il male che c'è nel mondo? semplicemente perché l’uomo non aderisce a Cristo, e si consegna ancora in vari modi a Satana.

Il primo passo è quando l'uomo preferisce la "propria verità" alla ricerca della Verità, ogni volta che si chiude nei suoi pregiudizi. 

Infatti Gesù manifesta le opere del Regno di Dio, ma ognuno lo vede attraverso ciò che ha dentro il cuore, secondo la “propria verità e mentalità”. La mentalità di ognuno è frutto di ciò che ha ricevuto dal suo ambiente, ma anche dalla propria evoluzione, positiva o negativa. Esaminiamo allora chi è Gesù per la folla, per i parenti di Gesù, per gli scribi e i discepoli che ascoltano. 

La folla non conosceva Gesù e si entusiasma. Però portano dentro di sé l’idea di come deve essere il Messia e giudicheranno Gesù secondo questa idea preconcetta. Infatti, per esempio, quando Gesù dirà che per avere la salvezza bisogna mangiare il suo corpo e bere il suo sangue, molti smetteranno di andare con lui. Solo una fede iniziale permetterà ai discepoli, di rimanere con Gesù (Giovanni 6,66-69). 

Chi meglio dei suoi parenti "sa chi è Gesù e come deve essere"? Quando egli si manifesterà in un modo così diverso dalla vita di prima fatta di umiltà e silenzio, c'è una sola conclusione: è diventato pazzo. 

Gli scribi non conoscevano Gesù ma sono convinti di avere la chiave della verità assoluta e sentenziano che ciò che fa Gesù viene dal demonio. Non è la conoscenza della Bibbia o lo studio che viene messo qui in discussione. Nicodemo ha la loro stessa formazione ma è aperto, non presuntuoso e, pur non comprendendo certe posizioni di Gesù, riconosce nelle sue opere la firma di Dio. 

Solo chi si mette in discussione, si apre a ciò che non conosce, può andare verso Dio e conoscerlo. Per questo non basta però la sete di scoprire cose nuove. La cultura può essere una grande occasione, ma anche un grande pericolo. Fondamentalmente ci vuole umiltà: l’umiltà dell’obbediente, l’umiltà di chi prega, di chi ascolta. Nei "Promessi Sposi" il Manzoni parla della signora Prassede, tanto santa, che faceva tante opere pie ma aveva un solo (piccolo) difetto: confondeva la sua volontà con la volontà di Dio! Marco dice che la famiglia di Gesù è "Chi compie la volontà di Dio". San Luca però esplicita cosa significa compiere la volontà di Dio: "Mia madre e miei fratelli sono questi: coloro che ascoltano la parola di Dio e la mettono in pratica" (Luca 8,21). Fa la volontà di Dio chi innanzitutto ASCOLTA LA PAROLA DI DIO.


Prima Lettura  Gn 3, 9-15  Porrò inimicizia tra la tua stirpe e la stirpe della donna.

Dal libro della Genesi

sabato 8 giugno 2024

D.I. 15 PERCHÉ SIA POSSIBILE UN'AUTENTICA LIBERTÀ, ESSA HA SEMPRE BISOGNO DI ESSERE "LIBERATA" / Dignitas infinita, 31-32

La libertà concreta
è sempre un cammino,
in cui nessuno deve
essere lasciato indietro.

31. Non sarebbe, inoltre, realistico affermare una libertà astratta, esente da ogni condizionamento, contesto o limite. Invece, «il retto esercizio della libertà personale esige precise condizioni di ordine economico, sociale, giuridico, politico e culturale»,[48] che restano spesso disattese. In questo senso, possiamo dire che alcuni godono di maggiore “libertà” di altri. Su questo punto si è particolarmente soffermato Papa Francesco: «alcuni nascono in famiglie di buone condizioni economiche, ricevono una buona educazione, crescono ben nutriti, o possiedono naturalmente capacità notevoli. Essi sicuramente non avranno bisogno di uno Stato attivo e chiederanno solo libertà. Ma evidentemente non vale la stessa regola per una persona disabile, per chi è nato in una casa misera, per chi è cresciuto con un’educazione di bassa qualità e con scarse possibilità di curare come si deve le proprie malattie. Se la società si regge primariamente sui criteri della libertà di mercato e dell’efficienza, non c’è posto per costoro, e la fraternità sarà tutt’al più un’espressione romantica».[49] Risulta, quindi, indispensabile comprendere che «la liberazione dalle ingiustizie promuove la libertà e la dignità umana»[50] ad ogni livello e rapporto delle azioni umane. Perché sia possibile un’autentica libertà «dobbiamo rimettere la dignità umana al centro e su quel pilastro vanno costruite le strutture sociali alternative di cui abbiamo bisogno».[51] Analogamente, la libertà è frequentemente oscurata da tanti condizionamenti psicologici, storici, sociali, educativi, culturali. La libertà reale e storica ha sempre bisogno di essere “liberata”. E si dovrà, altresì, ribadire il fondamentale diritto alla libertà religiosa.

venerdì 7 giugno 2024

"SONO DIVENTATO GRIGIO" PER QUELLO CHE HO VISTO! / 6 giungo 2023. Distruzione della diga di Kakhovka.

 



Nella notte del 6 giugno 2023, verso le 4 del mattino i russi hanno distrutto la diga di Kakhovka in Ucraina allagando più di 80 villaggi lungo il Dnipro. Il livello del fiume è salito fino a 5 metri, provocando un disastro umano ed ecologico difficile da valutare, che si può considerare crimine contro l’umanità. Non si è potuto determinare ancora in modo esatto il numero delle vittime umane, anche perché la riva destra del fiume è sotto occupazione russa. Le conseguenze ecologiche hanno coinvolto non solo animali domestici e terreni agricoli ma anche la vita selvatica, e hanno portato inquinanti fin nel mare nero. 

È bene non dimenticare e unire le nostre preghiere e la nostra conversione per costruire la pace ovunque nel mondo.